Massimiliano Roncatti

Info

Nasce a Firenze nel 1986

Vive e lavora tra Firenze e Carrara

Biografia
Massimiliano Roncatti nasce a Firenze nel 1986.
Diplomatosi presso l’Istituto d’Arte di Porta Romana (2007), ottiene una borsa di studio per una residenza artistica a New York (2008, Art Student League; National Academy). Dopo il ritorno in Italia si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Carrara (2011). L’incontro con il marmo è fondamentale nel suo percorso artistico, garantendogli quella libertà formale e quella sintesi segnica che a oggi rappresentano la sua più riconoscibile firma.

La nuova linea artistica raccoglie immediati successi: si ricordano Arte Contemporanea a San Donato, Palazzo Malaspina di San Donato in Poggio (Fi); i simposi di scultura a Palombara Sabina (Roma, 2012) e a Varsavia (2013); la piazza d’onore al Premio Scultura da Vivere, Fondazione Peano (Cuneo, 2012); le partecipazioni a Firenze Fiera in Fortezza da Basso e alla celebre Marble Week di Carrara (2012-13). Cresce nel frattempo l’interesse per un rapporto più stretto tra arte e società da un lato; e tra scultura e percezione sensoriale della realtà dall’altro. Dal 2014 le collaborazioni con il compositore Giacomo Gianetta per il quale realizza strumenti funzionanti interamente di marmo (utilizzati nei concerti di Genova e Berlino); e la presenza nel progetto La Verde Armonia nella tenuta nobiliare di Ghizzano (PI). Nel 2015 l’invito, a cura di Vincenzo Trione, direttore del Padiglione Italia alla LVI Biennale di Venezia al workshop artistico organizzato durante la rassegna lagunare.
Nel 2016 crea la sua prima personale a Carrara durante l’evento cittadino “Parkour” l’arte in movimento che intitola “Connessioni Interrotte” ; contemporaneamente espone altre due personali ad Arezzo nella secret gallery dei laboratori Luciferi e a Montelupo fiorentino nella prestigiosa Banca di Cambiano.Partecipa poi a una collettiva al Palazzo del senato a Milano a cura dell’associazione Arte Italia Cultura. Nel 2017 consegue la laurea a pieni voti all’Accademia di belle Arti di Carrara. Scrivono di lui su due riviste d’arte, una nazionale, “ Rivista 20” e una internazionale “Lazagne art magazine”. Espone al Centro di Formazione di Arti Visive a Cecina, alla fuori Biennale di Soncino e fa il suo primo intervento pubblico sull’ area Ex Stianti a San Casciano Val di Pesa, durante la manifestazione artistica “Pianeta Gaia”, dove realizza un’installazione/performance che riscuote molte critiche sui giornali locali. Vive e lavora tra Firenze e Carrara

Testo Critico

Il legame viscerale che Roncatti intrattiene con la materia scultorea diventa dialogo serrato tra i valori fisici più immediatamente riconoscibili e quelle qualità ovviamente tattili, sorprendentemente sonore che l’opera d’arte invece porta con sé. In un continuo e tagliente equilibrio tra forma e contenuto, giocato adesso tutto su risvolti profondamente sociali che liberano la scultura da un’estetica spicciola per riferirsi invece a un contemporaneo più stretto, il lavoro di Roncatti denuncia con chiara evidenza il già avvenuto mutamento del nostro tempo, in preda a profonde crisi di coscienza e nutrito da un costante senso di alienazione sociale nel quale proprio un antistorico concetto di appartenenza diviene invece osmotico comune denominatore.

Francesco Mutti

Carriera Artistica

2008 – Premio Franco Zeffirelli, residenza artistica a New York

2010 – Quando l’arte incontra il design, Badia a Passignano (FI) – Personale

2010 – Premio “Artisti del Presente”, Poggibonsi (SI) –

2011 – Art Expertise. Storici dell’Arte in Firenze, Scandicci (FI) – Collettiva

2012 -“Arte Contemporanea a San Donato”, Palazzo Malaspina, San Donato (FI) – Collettiva

2012 – Premio “Scultura da Vivere”, Fondazione Peano, Cuneo –

2012 -“Percorsi d’Arte a Castiglione” a cura di Oriana Impei, Palombara Sabina (Roma) – Opera pubblica

2012 – Coesione, Sala delle Giare/Ex Carceri, Castello Savelli, Palombara Sabina (Roma) Collettiva

2013 – “L’Eco di Michelangelo” Simposio di Scultura su Marmo, San Donato in Poggio (FI)

2013 – Museo Ugo Guidi, Forte dei Marmi (LU) – Collettiva

2014 – “Improvvisazione Musicale” a cura di Giacomo Gianetta, Museo di arte contemporanea di Villa Croce, Genova – Realizzazione strumenti musicali by Massimiliano Roncatti

2014 – “La Verde Armonia” a cura di Francesco Mutti, Tenuta di Ghizzano, (PI) – Collettiva

2014 – “Codice Italia Academy” a cura di Vincenzo Trione, Spazio Vega, Venezia – Workshop

2016 – “An Oval of another kind” Improvvisazione Musicale con opere e strumenti di Massimiliano Roncatti a cura di Giacomo Gianetta, Berlin (Germany) –

2016 – “Tales of Massimiliano Roncatti” a cura di Francesco Mutti, Luciferi Fine Art Lab, Arezzo – Personale

2016 – “Vibrazione della Materia” , Banca del Credito Cooperativo di Cambiano, Montelupo (FI) – Personale

2016 – “Connessioni Interrotte” a cura di Francesco Mutti, Carrara (MS) – Personale

2017 – Il Peso delle Cose, a cura di Francesco Mutti, Centro di formazione Arti Visive, Cecina (GR) – Collettiva

2017 -IPOP Ultimate: la Vita dentro un Barattolo, Fuori Biennale di Soncino, a cura di Francesco Mutti , Sale del Podestà Soresina (CR) – Collettiva

2017- “n.1548 m.1600” Infiniti Mondi” , Installazione pubblica temporanea , San Casciano Val di Pesa (FI)

Continua a leggere
top